Scena del crimine è in libreria


Tutto inizia da un omicidio. Giovanna Morselli la segretaria di produzione del film Precari, ambizioso progetto della nuova casa di produzione torinese Multivox, viene assassinata, nel suo salotto, da qualcun che probabilmente conosceva. Il killer ha lasciato come firma del proprio crimine un DVD de La vita è meravigliosa nel lettore presente in quella stanza.
Sergio Crema, commissario presso la squadra Mobile di Torino, per risolvere quel mistero decide di avvalersi della collaborazione di Mario Bernardini, un critico cinematografico dal carattere spinoso e dalla franchezza al limite dell’offensivo, che conosce benissimo l’universo del grande schermo e che dovrebbe aiutarlo a comprendere quale sia il nesso semiologico tra la storia raccontata in quel film e l’omicidio di quella donna.
La vicenda però si complica quando un secondo omicidio, questa volta “autografato” con il film Mamma  ho perso l’aereo, viene commesso a pochi giorni di distanza dal primo fatto di sangue.
È ormai evidente che l’intero cast del film che sta per essere girato è in pericolo e che…
Sull’intreccio giallo non è necessario ovviamente aggiungere altro mentre è importante sottolineare come l’alleanza tra due personaggi così distanti tra loro come il commissario e il critico cinematografico li conduca da una situazione di diffidenza iniziale a una complicità che riguarda non solo l’aspetto investigativo. Entrambi, infatti, hanno due storie d’amore da raccontare, calata nel presente quella del poliziotto, risalente a diversi anni prima, anche se mai dimenticata, quella dell’attempato esperto di cinema.
Il cinema, con diverse citazioni, l’enorme piazza Vittorio, San Salvario e l’Italia del precariato sono gli altri protagonisti di un romanzo che termina con una corsa contro il tempo in cui tutto può accadere.

Guarda il booktrailer diretto da Alessandro Zunino

Rocco Ballacchino
Scena del crimine – Torino, piazza Vittorio
Fratelli Frilli Editori
Pag. 240 – Prezzo di copertina: 9,90 euro

Condividi